News

15 ottobre 2010. Al festival Artecinema di Napoli viene presentato in prima mondiale Garrison. A postcard from Paradise. La Olnick Spanu House dell'architetto Alberto Campo Baeza, è una specie di Ambasciata dell'Arte Contemporanea Italiana in USA (con opere di Pistoletto, Boetti, Fontana, Castellani, Melotti, Paolini, Merz e molti altri) inserita in un contesto naturale di qualità assoluta e affacciata su uno dei più bei panorami del Nord America: l'ansa del fiume Hudson verso la collina di Storm King, veduta preferita dai paesaggisti ottocenteschi della Hudson River School.

Dal 9 maggio al 15 giugno 2008, allo Spazio Risonanze dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, secondo appuntamento con Risonanze, il ciclo di mostre curate da Marcello Smarrelli nell'ambito di Arte e Musica per Santa Cecilia, programma di private fund raising ideato da Federica Cerasi Tittarelli. E' la volta di Giulio Paolini e Fabio Vacchi, coinvolti in un denso e suggestivo dialogo tra Arte Contemporanea e Musica, documentato dal video di Anton Giulio Onofri L'offerta musicale, presentato in mostra.

Domenica 17 febbraio 2008, un secolo dopo il suo primo concerto nell'Augusteo, l'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia festeggia all'Auditorium Parco della Musica i suoi primi cento anni con un'intera giornata di concerti gratuiti. Per l'occasione sarà presentato il film CENTO CENTOUNO di Anton Giulio Onofri, dedicato alla storia dell'Orchestra e alla sua recente tournée internazionale con Antonio Pappano. La proiezione si alternerà con The Sound of Rome, il film sulla Trilogia Romana del compositore Ottorino Respighi (Feste, Fontane e Pini di Roma) anch'esso realizzato da Anton Giulio Onofri con Antonio Pappano.

Il 16 gennaio 2008 The Sound of Rome, il film sulla Trilogia Romana del compositore Ottorino Respighi pubblicato in dvd dalla EMI insieme al cd dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, è stato presentato all’Istituto Italiano di Cultura di Chicago, seguito da una conversazione con il Maestro Antonio Pappano a cura di Andrew Patner, critico musicale del Chicago Magazine e del Wall Street Journal e ospite fisso dei programmi di WFMT Fine Arts Radio.