DIECI ANNI DI ACTAMOVIE

Actamovie è nata nel maggio del 2001, in un contesto segnato da grandi cambiamenti per l’Italia.
Il mondo dell’economia abbandonava la lira in favore dell’euro, mentre la tv generalista dava il peggio di sé: nascevano i primi reality show.
Per fortuna però, grazie all’esplosione del world wide web, le vocazioni degli appassionati di sostanza e di bellezza vedevano la possibilità di realizzarsi, e filmati, servizi, documentari e cortometraggi prodotti in maniera del tutto autonoma e indipendente trovavano con minore difficoltà il loro pubblico di riferimento.
Oltre ad aver realizzato Visioni di Palio, forse il più bel film sul Palio di Siena, nei suoi primi dieci anni di attività, Actamovie ha trovato nella LUISS Guido Carli e in alcune tra le istituzioni culturali più importanti d’Italia, committenti di altissimo profilo come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia: nel 2007, pubblicato in tutto il mondo dalla EMI, è uscito in dvd The Sound of Rome, un film con Antonio Pappano e l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia dedicato alla celebre Trilogia Romana (Feste, Fontane e Pini di Roma) di Ottorino Respighi.
E poi il MAXXI, il MACRO, ai quali va ad aggiungersi l’Ambasciata di Francia a Palazzo Farnese nell’occasione di due mostre straordinarie destinate a restare nella memoria come due tra gli eventi più prestigiosi della recente storia culturale di Roma: Luce di pietra nel 2007, e la mostra su Palazzo Farnese e le collezioni d’arte in esso custodite quando era residenza di una delle più potenti famiglie del mondo, che ha chiuso i battenti alla fine dell’aprile 2011.
Dal 2009 Actamovie è con i suoi video puntuale testimone delle mostre della romana  Galleria Oredaria, e delle iniziative di 6artista, il programma di residenze indirizzato ai giovani talenti che vivono in Italia della Fondazione Pastificio Cerere e Civita.
Nel 2010 è inoltre iniziato un fecondo rapporto con la Fondazione Ermanno Casoli di Fabriano, intitolata al fondatore di Elica, e ideatrice di un progetto di formazione affidato ad artisti di fama internazionale coinvolti in un progetto artistico insieme ai dipendenti di tutte le aziende e le istituzioni interessate ad un esperimento così innovativo.
Sono stati dieci anni impegnativi, vissuti e combattuti a volte con la sensazione di guidare contromano. Ma ora che il vento sembra tornare a soffiare in una direzione più favorevole alla sensibilità, all’intelligenza e alla consapevolezza di un valore imprescindibile come la Cultura, Actamovie ha tutte le intenzioni di continuare con tenacia e fiducia nel futuro il suo ormai decennale percorso.